Il javascript non è supportato dal browser, o risulta disabilitato, alcune sezioni del sito potrebbero non essere visualizzate correttamente
Vai al contenuto | Mappa del sito | Amministrazione trasparente

Il Territorio

La scuola nel territorio

L’Istituto Comprensivo "Luca Della Robbia" dall’anno scolastico 2013/2014 comprende i plessi scolastici della scuola dell’infanzia, scuola primaria e scuola secondaria di I grado presenti nei due comuni di Appignano e Montefano.

Appignano è un paese di 4.293 abitanti (Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010), incuneato nella valle del torrente Monocchia, a metà via tra i monti e il mare. Centro agricolo e industriale, il paese dista pochi chilometri dal capoluogo di provincia, Macerata. È conosciuto per le sue maioliche e per la produzione e vendita di mobili. Si presenta con il ben conservato nucleo medievale ancora cinto dall’antica cerchia di mura, da cui svetta un quattrocentesco campanile cuspidato.
Le origini di Appignano sono molto antiche e le prime attestazioni risalgono all’epoca della dominazione romana. Nel corso dei secoli entrò successivamente a far parte dello Stato pontificio per poi entrare a far parte del Regno d’Italia nella seconda metà del XIX secolo.

Montefano è un comune di 3.592 abitanti (Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010). Il paese si trova su una delle colline a cavallo tra la provincia di Ancona e di Macerata, a metà strada tra la dorsale appenninica e la costa adriatica, tra le valli dei torrenti Fiumicello e Menocchia. Sebbene il centro storico sia in stile sette/ottocentesco, il paese conserva tuttora delle caratteristiche del periodo medioevale. È principalmente un centro agricolo con qualche attività industriale.
Il paese prende il suo nome o da "Monte del Fano" (monte del luogo dedicato alla divinità o recinto consacrato ad un tempio) o da "Monte del fauno", a causa di una statua rinvenuta nell'antica Veragra. La torre merlata nello stemma cittadino è quella del vicino castello di Montefiore, mentre la quercia ricorda che qui fu accolto Giuliano della Rovere, futuro Papa Giulio II, respinto da Osimo.
 
I punti di raccordo con l’Ente Locale e con altre agenzie di formazione riguardano:
 
·         Le esigenze emergenti a causa dell’immigrazione
·         L’elevata presenza di alunni con handicap o svantaggio socio-culturale
·         La crescente sensibilizzazione degli adulti alle tematiche educative e
·         relazionali
·         L’organizzazione del tempo libero
·         La gestione delle problematiche adolescenziali.
·         Il territorio di Appignano offre un panorama sufficientemente variegato e significativo di proposte ricreative, formative, culturali.
 
In particolare si rileva la presenza di: Biblioteche, Associazioni culturali, Pro-loco, Punto compiti, Mediateca, Ludoteca, Oratorio parrocchiale, Scuola di musica e associazione bandistica, Associazioni ecologico- naturalistiche, Gruppi di volontariato, Cooperative di servizio, Associazioni sportive